Yakitori: spiedini di pollo giapponesi. Ecco i 10 da non perdere.

6. Seseri (せせり) – Collo

Tokyo - Ginza: Bird Land Ginza - Kawa and Seseri
Wally Gobetz su Flickr

Gustosissimo e succoso, questo spiedino è abbastanza raro da trovare per via della piccola quantità che se ne può ricavare da ogni pollo. Assolutamente da provare se capita di trovarlo nel menù.


7. Bonjiri (ぼんじり) – Codrione

ぼんじり
Hideya HAMANO su Flickr

Una parte molto grassa, consistente (quasi croccante) e veramente molto saporita. Si ricava dalla parte subito sotto la coda. E’ uno sfizio.



8. Reba (レバー) – Fegatini

レバー
Koji Horaguchi su Flickr

Saporitissimi e pieni di nutrienti. Raggiungono l’apoteosi della bontà quando cotti alla perfezione, lasciando la parte interna quasi cruda, regalando così al boccone una consistenza quasi cremosa.
Essendo abbastanza particolari e comunque interiora non sono apprezzati da tutti.


9. Hatsu (はつ) – Cuore

ハツ
Hideya HAMANO su Flickr

Hanno una consistenza simil-elastica, molto importante da valorizzare durante la cottura.


10. Sunagimo (すなぎも) – Ventriglio

砂肝
Denny Wong su Flickr

Caratteristica principale è la croccantezza, che lo rende unico tra tutti. Molto apprezzati anche da chi non ama le interiora.


ぼんじり、ハツ、ハツ元、レバー、もも
Hideya HAMANO su Flickr



MikeLeeRose

Pseudonimo di Michele La Rosa, sommelier in trasferta a tempo indeterminato a Tokyo con la passione per l'arte ukiyo-e, le kokeshi, i film dello studio ghibli. Amante del ramen di Yokohama, del natto e del washoku in generale, le sue bevande preferite sono il sakè junmai secco, lo yuzu-shu ed lo shochu di orzo. Ciò di cui non può fare a meno è, dopotutto, la semplice Asahi Super Dry.